Come stirare il lino: semplici metodi per ottimi risultati

 

Il lino è una fibra naturale, molto pregiata, usata fin dall’antichità: gli egizi, per esempio, amavano tessere con questo filato i loro abiti, e non solo…

Usata tanto nel confezionamento di tessuti per la casa (tovaglie, tende, lenzuola) che nella moda, è da sempre sinonimo di ricercatezza e stile; è nota anche per essere una fibra molto resistente, motivo per cui un tempo, quando non esistevano i tessuti sintetici, veniva usata tanto quanto il cotone. Oggi capita di vederla spesso associata ad altre fibre, naturali o sintetiche.

 

È un tessuto che amiamo indossare soprattutto in estate, perché è fresco, leggero e ci fa stare bene. Unico neo: lo stiro. Stirare il lino infatti è tutt’altro che semplice, senza pensare che – appena indossato – si sgualcisce con niente.

 

A te, piace il lino?

Vediamo insieme, con alcuni piccoli accorgimenti, come stirare il lino senza impazzire.

Cosa ti serve? Ferro da stiro, amido e un po’ di sangue freddo.

 

Prima di vedere insieme la stiratura, ricorda che un procedimento corretto in fase di lavaggio ti consente di avere meno difficoltà quando devi poi stirare.

Leggi sempre l’etichetta con attenzione e segui le indicazioni riportate. Il lino può essere lavato anche a temperature molto elevate (è una fibra forte!); fai però attenzione se ci sono all’interno fibre più delicate o se il capo è colorato, mantenendo in questo caso una temperatura più bassa. Non esagerare con la centrifuga, in quanto rischi di creare delle pieghe che poi diventano ingestibili con il ferro da stiro.

 

E poi, una volta tirato fuori dalla lavatrice, che si fa?

Metti il capo su una gruccia, distendendolo bene con le mani; è importante che tu lo metta ad asciugare all’ombra e nelle ore fresche della giornata, mai al sole! E, per evitare di impazzire quaranta minuti su ogni camicia in lino, ricorda di ritirarlo quando è ancora leggermente umido.

 

Ma entriamo nel vivo e vediamo insieme come stirare il lino, e farlo con successo.

L’utilizzo di prodotti appositi (vegetali, come l’amido di riso per esempio) ti permette di facilitare il lavoro, perché rendono il tessuto meno resistente al ferro da stiro.

Se hai creato una piega involontaria con il ferro da stiro (e capita sempre, fidati!), non insistere col ferro stesso: inumidisci con il vapore o bagna un pochino la piega e poi procedi con la stiratura.

A lavoro ultimato, appendi subito il capo su una gruccia in modo che non si sciupi e lascialo arieggiare per un po’: non metterlo in armadio subito, ma dagli il tempo di rilasciare l’umidità residua.

 

Molte donne sanno quanto sia difficile stirare il lino! Proprio per questo, spesso, davanti ad un abito o ad un bel pantalone preferiscono desistere e lasciarlo in negozio, rinunciandovi!

 

Grazie però ad Agento Professional e al suo programma delicati, potrai goderti il tuo lino, e tutto il suo pregio, ogni volta che vuoi! Agento è l’unica AsciugaStiratrice che ti permette di asciugare, igienizzare e stirare tutti i tuoi capi in lino con tanta, tantissima facilità.